Filtra per Taglia

Filtra per prezzo

FOOTBALL CLUB INTERNAZIONALE MILANO

Caratterizzata da blu e nero fin dalla sua fondazione nel 1908, l’immagine dell’Inter è, come quella di molte realtà calcistiche italiane, pesantemente influenzata dal regime fascista. Nel 1928, in occasione dell’unione con la Società Sportiva Milanese, il regime impone un cambio di nome e di maglia alla società nerazzurra che diventa Società Sportiva Ambrosiana e che indossa una casacca bianca crociata in rosso. L’anno successivo, i colori tradizionali tornano sulle maglie del club milanese che non li abbandona più e che alla caduta del regime recupererà anche il nome Internazionale. Rosso come il fuoco e nero come la paura che incute agli avversari, il Milan nasce nel dicembre del 1899 con una maglia a righe verticali che conoscerà modifiche quasi impercettibili nel corso degli anni. Dal 22 maggio 1963, giorno in cui il Milan alza la sua prima Coppa dei Campioni indossando la seconda divisa, diventa consuetudine del club giocare le finali internazionali con un completo interamente bianco con dettagli rossi e neri soprannominato The Lucky One. L’attuale inno del Milan, che nel 2015 sostituisce lo storico Milan - Milan su cui addirittura Silvio Berlusconi aveva messo mano, è scritto e cantato dal rapper Emis Killa, sfegatato tifoso rossonero.

FOOTBALL CLUB INTERNAZIONALE MILANO

Ordina per:
Mostra da 1 a 12 di 14 articoli
Visualizza:

BICCHIERE FC INTER

13,60 €

BICCHIERE FC INTER

13,60 €

DISTINTIVO IN METALLO FC INTER

4,50 €

GAGLIARDETTO GRANDE FC INTER

13,90 €

MAGNETE FC INTER

5,00 €

MAGNETE FC INTER

4,50 €

MAGNETE QUADRATO FC INTER

4,50 €

MAGNETE STAMPATO FC INTER

4,50 €

MOSTRINA MILITARE FC INTER

11,00 €

PORTACHIAVI CUORE FC INTER

10,90 €

PORTACHIAVI FC INTER

8,90 €

PORTACHIAVI FC INTER

8,90 €

FOOTBALL CLUB INTERNAZIONALE MILANO

Caratterizzata da blu e nero fin dalla sua fondazione nel 1908, l’immagine dell’Inter è, come quella di molte realtà calcistiche italiane, pesantemente influenzata dal regime fascista. Nel 1928, in occasione dell’unione con la Società Sportiva Milanese, il regime impone un cambio di nome e di maglia alla società nerazzurra che diventa Società Sportiva Ambrosiana e che indossa una casacca bianca crociata in rosso. L’anno successivo, i colori tradizionali tornano sulle maglie del club milanese che non li abbandona più e che alla caduta del regime recupererà anche il nome Internazionale. Rosso come il fuoco e nero come la paura che incute agli avversari, il Milan nasce nel dicembre del 1899 con una maglia a righe verticali che conoscerà modifiche quasi impercettibili nel corso degli anni. Dal 22 maggio 1963, giorno in cui il Milan alza la sua prima Coppa dei Campioni indossando la seconda divisa, diventa consuetudine del club giocare le finali internazionali con un completo interamente bianco con dettagli rossi e neri soprannominato The Lucky One. L’attuale inno del Milan, che nel 2015 sostituisce lo storico Milan - Milan su cui addirittura Silvio Berlusconi aveva messo mano, è scritto e cantato dal rapper Emis Killa, sfegatato tifoso rossonero.